Madagascar National Parks   Conservazione   Ecoturismo   Sviluppo durevole   Messa in concessione      Accoglienza   Notizie
Madagascar National Parks
 

Parc National Terrestre
Andohahela
Andringitra
Ankarafantsika
Ankarana
Baie de Baly
Bemaraha
Isalo
Kirindy Mitea
Mananara Nord
Mantadia
Marojejy
Masoala
Midongy Befotaka
Montagne d'Ambre
Ranomafana
Tsimanampesotse
Tsingy de Namoroka
Zahamena
Zombitse Vohibasia


Parc National Marin
Mananara Nord
Sahamalaza


Parc National Terrestre
Bemaraha
Betampona
Lokobe
Tsaratanana
Zahamena


Réserve Spéciale
Ambatovaky
Ambohijanahary
Ambohitantely
Analamazaotra
Analamerana
Andranomena
Anjanaharibe Sud
Bemarivo
Beza Mahafaly
Bora
Cap Sainte Marie
Ivohibe
Kalambatritra
Kasijy
Mangerivola
Maningoza
Manombo
Manongarivo
Marotandrano
Montagne et Forêt d’Ambre
Tampoketsa Analamaintso


 

Madagascar National Parks
Una struttura, una missione




Il Madagascar National Parks è nato nel 1990. Quest'Associazione di diritto privato è stata riconosciuta d'utilità pubblica via il decreto n° 91-592 del 4 dicembre 1991. Garantisce la conservazione e la gestione durevole e razionale della rete nazionale di parchi nazionali e riserve del Madagascar. Questa missione di conservazione suggerisce l'educazione ambientale, la valorizzazione dell'ecoturismo e della scienza e la divisione equa dei vantaggi generati dalle superfici protette con la popolazione rivierasca.

L'Associazione comprende un'Assemblea generale, un Consiglio d'amministrazione ed una direzione generale. L'Assemblea definisce gli orientamenti del Madagascar National Parks. Il Consiglio d'amministrazione agisce e decide i progetti da realizzare al nome del Madagascar National Parks e secondo le grandi linee tracciate dall'assemblea. La direzione generale è l'organo esecutivo del Madagascar National Parks.

L'Assemblea generale raccoglie persone giuridiche o fisiche del settore ambientale. Queste rappresentano il ministero incaricato dell'Ambiente, ed organizzazioni non governative nazionali ed internazionali.

Il Consiglio d'amministrazione, formato di  9 membri, è presieduto dal ministro incaricato dell'Ambiente o il suo rappresentante. I 6 membri del Consiglio sono reclutati secondo le loro specialità. L’Assemblea generale elegge gli altri due.
 
Tramite i suoi organi, l'associazione si consacra così alla protezione degli ecosistemi nelle aree protette, alle ricerche dedicate al progresso scientifico, all'educazione ambientale ed alla valorizzazione delle aree protette dall'ecoturismo. Ma, grazie ad una divisione equa dei vantaggi, l'associazione accompagna anche lo sviluppo dei regioni e villaggi rivieraschi delle aree protette che ne sono i primi beneficiari.

Perché il Madagascar National Parks esiste?

Particolarmente vezzegiato dalla natura, Madagascar, isola dell'Oceano Indiano, è universalmente rinomata per la ricchezza della sua biodiversità. La fauna e la flora malgasce possiedono un tasso di endemicità molto elevato: il 80% delle specie animali ed il 90% della vegetazione esistono soltanto sull'isola. Su scala mondiale, Madagascar è rappresentativo di una megadiversità impressionante. In effetti, Madagascar, isola dell'Oceano Indiano Occidentale (COI) fa parte dei 34 hot-spots della biodiversità mondiale. È un'etichetta piuttosto gloriosa perche fa della Grande Isola una delle regioni piu importanti in termini di ambiente rara e di specie rari. La conservazione di queste ricchezze naturali è così iscritta nell'ordine dell’agenda internazionale.

Questa posizione-faro sulla scacchiera internazionale trasforma l'isola in un terreno eccellente di ricerche scientifiche ed una pacchia importante dell'ecoturismo.
 
Purtroppo, è anche una megadiversità in pericolo ed il deterioramento dell'ambiente tende ad amplificarsi nell'isola. Se le esigenze naturali non scansano l'ecosistema malgascio, le pressioni esercitate dall'uomo sono anche sempre più serie: sfruttamenti selvaggi, incendi di boscaglia, caccie illeciti aggravano quest'eredità naturale. Così, ogni anno, circa 200.000 ettari di foreste scompaiono sulla grande isola, molte specie sono minacciate d'estinzione. Questo fenomeno è peggiorato da pressioni sociali ed economiche come una demografia galoppante, una povertà che sta incrementando, ed una gestione inadatta o sommaria delle risorse naturali.
 
Così, ogni anno, il costo del deterioramento ambientale si stima tra 100 e 290 milioni di dollari US secondo gli studi che hanno fatto durante la preparazione del Piano d'azione ambientale. Il disboscamento rappresenta il 75% di questa perdita. Il 15% si deve
al fenomeno dell'erosione che indebolisce la produzione agricola e pastorale.

È in questo contesto di emergenza che il Madagascar National Parks è destinato ad agire e la sua missione è quasi pluridisciplinare. In effetti, la conservazione e la gestione delle risorse naturali dipendono oggi in gran parte da una volontà politica, dall'emergenza di un ecoturismo solido e durevole e da un'implicazione delle popolazioni. Nell'esecuzione del suo mandato, l'associazione è riconosciuta come “assistente dei poteri pubblici allo scopo di  promuovere la politica di gestione della biodiversità, ed attuare la strategia della conservazione e dello sviluppo al livello delle aree protette.

Contacts :

Madagascar National Parks
Immeuble Madagascar National Parks
Ambatobe - BP 1424
101 Antananarivo

Tél : + (261 20) 22 415 38
        + (261 20) 22 418 83

Email : contact@madagascar.national.parks.mg