Madagascar National Parks      Conservazione   Ecoturismo   Sviluppo durevole   Messa in concessione      Accoglienza   Notizie
Madagascar National Parks
 

Parco Nazionale Terrestre
Andohahela
Andringitra
Ankarafantsika
Ankarana
Baie de Baly
Bemaraha
Isalo
Kirindy Mitea
Mananara Nord
Mantadia Andasibe
Marojejy
Masoala
Midongy Befotaka
Montagne d'Ambre
Ranomafana
Tsimanampesotse
Tsingy de Namoroka
Zahamena
Zombitse Vohibasia


Parco Nazionale Marino
Mananara Nord
Sahamalaza


Rizerva Naturale Integrale
Bemaraha
Betampona
Lokobe
Tsaratanana
Zahamena


Riserva speciale
Ambatovaky
Ambohijanahary
Ambohitantely
Analamerana
Andasibe Analamazaotra
Andranomena
Anjanaharibe Sud
Bemarivo
Beza Mahafaly
Bora
Cap Sainte Marie
Ivohibe
Kalambatritra
Kasijy
Mangerivola
Maningoza
Manombo
Manongarivo
Marotandrano
Montagne et Forêt d’Ambre
Tampoketsa Analamaintso



Le attualità dell’area protetta Manombo
Non c’è attualità per ora...
 

Manombo
La riserva speciale di Manombo è situata nel Sud Est. E l’unica area protetta in cui si incontrano le specie di batraciani gravamente minacciati Mantella Bernardhi. Ospita la più grande diversità di lumache terrestre dell’isola . GPS: 22°57’S, 23°08’S e longitudine 47°36’ E, 47°48° E



La riserva speciale di Manombo, 5320 ettari è situata a 27km al sud di Farafangana, nella regione Atsimo Atsinanana. La superficia totale della foresta copre 15 000 ettari in cui 4 000 ettari fanno parte della riserva speciale. La superficia ha due particelle, separate l’una dell’altra per la strada statale N° 12, collegando Farafangana - Vaingandrano. La particella 1 è al Nord- Ouest del villaggio di Manombo e all’Ovest della strada statale N°12, la particella 2 è al Sud -Est del villaggio di Manombo fra la strada statale N° 12 e l’Oceano Indiano.


La fauna

90% delle specie listate nella RS di Manombo sono endemiche del Madagascar. Cosi, l’Humbertia Madagascariensis (humbertiaceae) si incontra solo a Manombo e al 200km più al Sud, vicino a Fort-Dauphin. L’una delle due specie di genere Allantospermum è rappresentata unicamente a Manombo, la seconda si trova a Borneo. Manombo è conoscuito per le sue lumache: ci si trovano 52 specie diverse, in cui la maggior parte sono endemiche. Ma ci si trovano anche 6 specie di lemuri, 58 specie di uccelli, dei retilli, degli anfibi e dei pesci completano la lista.

Le specie fare piu visibili sono i lemuri diurni e notturni e diverse specie di lumache terrestri. La Riserva Speciale di Maningoza ospita :

- Dei primati : 6 specie di cui:

  • Eulemur cinereiceps,
  • Varecia variegata variegata,
  • Microcebus rufus,
  • Avahi laniger,
  • lepilemur sp
  • et hapalemur griseus.

- Degli altri mammiferi :

  • Limnogale mergulus,
  • Eupleres goudoti,
  • Cryptoprocta ferox,
  • Brachyuromys betsileonsis,
  • Nesomys audeberti.

- Degli uccelli : ciquantotto [58] specie di cui Galidia elegans, Ardeola idea

- Dei rettili, di cui Leptosomus discolor, Boa madagascariensis

- Degli anfibi : di cui Mantella bernhardi, endemica di Manombo. Manombo e anche conosciuto per le sue lumache : ci si trovano 52 specie diversi, di cui la maggior parte sono endemiche.

La flora

90% dei specie listate nelle Riserva Speciale di Manombo sono endemiche del Madagascar. Cosi, l’Humbertia madagascariensis (Humbertiaceae) si incontra solo a Manombo e a 200 km piu al Sud vicino a Fort-Dauphin. Una delle due specie del genere Allantospermum è rappresentata unicamente a Manombo, la seconda si trova a Borneo.

L’insieme della riserva speciale di Manombo, mostra una flora eccezionalmente variata. Sulle cinque « amille » endemiche determinate attualmente, quattro ci sono censite : gli Astero peiaceae, li Physenaceae, gli Sarcolaenaceae e gli Sphaerosepalaceae. 65,05% delle specie identificate sono endemiche del Madagascar.

 

Viaggio astuto...

Per il vostro soggiorno a Manombo, portate un impermeabile, scarpone, una torcia. Non trascurate il vostro tratamento antimalaria. La banca e l’ospedale più vicini sono a Farafangana. Manombo e i suoi dintorni sono coperti da Orange, Zain e Telma.

La storia di una riserva speciale

La riserva speciale di Manombo è stata creata nel 1 962. La foresta copre circa 15.000 ettari, in cui 4 000 ettari fanno parte della riserva speciale. Manombo è sparso in due particelle. In origine, la particella 1, 2 800 ettari faceva parte di una più grande foresta classificata d’Efasy-Nord-Est chi è adesso la riserva forestale d’Efasy. La particella 2 faceva parte della foresta classificata di Lopary-Nord-Est dove si prolunga verso il Sud, a Vangaindrano. Questa particella è limitata all’ovest da una spiaggia di 5 km, dominata da vegetazione forestale.

Manombo, ultimo rifugio per le specie rare

L’importanza di Manombo, tiene essenzialmente nella sua rappresetanza dell’abitat tipico e unico del Sud-Est del Madagascar ma anche nella presenza delle specie rare. L’Est della particella 2 è popolato di Hintsy o Hintsia bijuga chi è una specie endemica di Manombo. Queste foreste littorali orientali di hintsy è l’unica rappresetànza nelle reti nazionali d’aree protette gestite dal Madagascar National Parks. Si stende su 1 055 ettari.

La foresta umida di bassa altitudine si sviluppa sulla pianura e sui suoli ferralitichi. Questa formazione vegetale si trova nella particella I e si stende su circa 2 410 ettari. Questa foresta è guarnita di Humbertia madagascariens o fantsinakoho che è una specie endemica di Manombo.

La riserva di Manombo contribuisce alla conservazione della più grande proporzione delle specie dei lemuri gravamente minacciati e rari, l’Eulemur albocollaris e le Varecia Variegata editorium. È anche l’unico parco in cui vive la specie di batrace gravemente minacciata : Mantella Bernardhi. Per altro, delle nuove specie di pesci d’acqua dolce sono state scoperte nella riserva in 1994. Queste specie non esistono altrove; appartengono al genere endemica rare Pantanondon, Betodia Sp e Paratilapia. Infine, e sopprantutto, Manombo protegge la più grande diversità di lumache terrestre di Madagascar: 52 specie sono state censite su tutta la foresta di bassa altitudine.

Una riserva d’acqua

Manombo comprende delle pianure costiere, delle colline ondulanti e delle valle allevioli. Le concrezione sono molto abbondanti in superficia e sono caratterizati da deboli quantità in silice e forte in oxide di ferro. Manombo è innaffiato dal fiume Takoandra che drena la particella I verso il Sud e il fiume «Menatsimba» che delimita la parcella II nella sua parte Sud. Queste due fiumi sono alimentati da piccoli corsi d’acqua e dai ruscelli che traversano la foresta per irrigare qualche 300 ettari di risaie in controbbasso e approviggionare Farafangana in acqua potabile .

Il littorale Est è spesso colpito dai cicloni, la stagione secca praticamente non esiste. La temperatura media annuale è di 23 °C con una massima di 30°C in gennaio, e una minima di 13°C in luglio.


Taglio selettivo e soprasfruttamento

Le Antesaka, Le Antefasy, le Zafisoro, le Antemoro, le Vakinakaratra e le Betsileo abitano ai dintorni della riserva di Manombo. Vivono dall’ agricoltura, dalla pesca e dai Viminni. Certi, si lanciano nei piccolli comerci e allevamento. I contadini sono molto dependenti delle risorse forestali e la loro attività hanno delle pesanti consenguenze sulla biodiversità. Gli incendi di boscaglia, generalmente volontari, la caccia e il bracconaggio, il taglio selletivo di legno che minaccia delle specie ben precise, utilizzato per la costruzione o venduto in città, sono tutti delle pressioni nefaste per la soppravivenza di Manombo. Le Mahampy (Cyperus) e il ramo di ravinala (Ravenala madagascariensis), materiale di base per i viminni sono cosi commercializzato e quindi soppracultivato.

 


I microprogetti di Manombo

Itinerario

La riserva speciale di Manombo è facilmente accessibile grazia alla prossimità della strada stataleN° 12A
Antananarivo-Manombo : due giorni di strada, praticabile tutto l’anno

Per strada :

Preferite una fuoristrada per fare il tragetto Antananarivo – Manombo.
Prendete la strada statale N° 7 verso Tulear. Raccogliete Ambohimahasoa– Fianarantsoa su 355 km di una strada asfaltata. D’Ambohimahasoa, raggiungete Alakamisy Ambohimaha e Irondro sulla strada statale N° 25: 133km di strada asfaltata. Infine, raggiungete la strada statale N°12A da Irondro passando per Ranomafana, Manakara, Vohipeno, Farafangana, Bemelo e Manombo. E una strada di 240km in cui 100km in brutta condizione.

In Taxi- brousse :

Fianarantsoa -Farafangana: Ogni giorno.
Farafangana -Bemelo: Ogni giorno (Prendete la linea Farafangana -Vangaindrano). E possible noleggiare un tassi a Farafangana, perche Benelo si trova soltanto à 25km.
 

 





La riserva speciale di Manombo non dispone di nessuna infrastruttura d’accoglienza. Tuttavia, esistono dei luoghi con riparo per le tende, dell’acqua, una doccia e di un bagno. Anche, se desiderate campeggiare, vi consigliamo di condurre i vostri equipaggiamenti, tenda e sacco a pelo. Potete anche alloggiare a Farafangana dove esiste tanta gamma di allogiamenti, dal più semplice dalla gente, a un certo commodità negli alberghi del posto.

Contatti :

Direction Inter-Régionale de Madagascar National Parks à Fianarantsoa
BP 1363 Antsorokavo, près du temple Jesosy Mamonjy
Fianarantsoa
Madagascar

Tél : + (261 20) 75 512 74
GSM : + (261 32) 02 450 25
           + (261 32)40 481 75

Email : angapfnr@mel.moov.mg
           angapfnr@yahoo.fr
           fnr.parks@gmail.com

Réserve Spéciale Manombo
CR : RAZAFINDRAPANITRY Olivier
Séc CR p.i GSM : + (261 32) 07 595 26 / +(261 33) 23 050 74
Contact: c/o DIR-FIANARANTSOA

 

La riserva non ha ancora dei circuiti sistemati, tuttavia, degli autochtone possono farvi visitare il sito. Tuffatevi nella cascata di Rianambo, sul fiume Manatsimba. Se volete, potete anche bivaccarvi la notte, approfitate della piscina naturale, della spiaggia e delle foreste sul littorale e le imborcature dei fiumi al Nord e al Sud della particella.
È possibile fare dei picnic e bagnarsi in acqua salmastra o passeggiare in piroga sui fiumi Takoandra e Menatsimbe dove potete ammirare le colonie di uccelli e di coccodrili. Assistete allo sbarcamento dei pescatori alla spiaggia di Takoandra, un momento di riposo e un luogo di incontro e di scambio.

In ottobre, ammirate la parata delle balene al foce di Tsaratanana e osservate, durante la notte, le depone delle tartarughe di mare sulla spiaggia. Sulla particella II, ammirate da Giugno ad Agosto la fioritura delle orchidee e contemplate il più grande albero endemico del Sud-Est, il famoso Fatsinakoho (Humbertia madagascariensis).

Infine, visitate dei siti storici come le stele di Dina Menavozo e l’Orimbato degli antichi piccoli rei.