Madagascar National Parks   Conservazione   Ecoturismo   Sviluppo durevole   Messa in concessione      Accoglienza   Notizie
Madagascar National Parks
 

Parco Nazionale Terrestre
Andohahela
Andringitra
Ankarafantsika
Ankarana
Baie de Baly
Bemaraha
Isalo
Kirindy Mitea
Mananara Nord
Mantadia
Marojejy
Masoala
Midongy Befotaka
Montagne d'Ambre
Ranomafana
Tsimanampesotse
Tsingy de Namoroka
Zahamena
Zombitse Vohibasia


Parco Nazionale Marino
Mananara Nord
Sahamalaza


Rizerva Naturale Integrale
Bemaraha
Betampona
Lokobe
Tsaratanana
Zahamena


Riserva speciale
Ambatovaky
Ambohijanahary
Ambohitantely
Analamazaotra
Analamerana
Andranomena
Anjanaharibe Sud
Bemarivo
Beza Mahafaly
Bora
Cap Sainte Marie
Ivohibe
Kalambatritra
Kasijy
Mangerivola
Maningoza
Manombo
Manongarivo
Marotandrano
Montagne et Forêt d’Ambre
Tampoketsa Analamaintso



Le attualità dell’area protetta Andringitra
Non c’è attualità per ora...
 

Andringitra
Il Parco Nazionale Andringitra si trova nel Sud Est. Ospita il Pic Boby, la cima la più alta e accessibile del Madagascar. La natura, le tradizione e il mistero che intornano Andringitra fanno di questo parco un luogo mistico e panoramico da scoprire. GPS : 22°07’Sud - 22°21’Sud e 46°47’ - 47°02’Est



Andringitra si trova a 47 km al Sud d’Ambalavao lungo la Strada statale n°7, nella Regione della Haute Matsiatra. Il parco si estende su 31.160 ettari. Si trova in alto, la sua altitudine varia fra 650 e 2658 metri.

Concentrata di endemismo e di diversità, la biodiversità di Andringitra è preservata dall’interclusamento nella sua parte Est, anche dalla sua disposizione in pendenza e dai massici rocciosi.

La fauna

Sette (7) specie di crostacei, 190 specie di insetti, ci compresso gli acquatici, 78 specie di anfibi, 50 specie di rettili, 54 specie di mammiferi (lemuri, carnivori, pipistrelli, micromammiferi) e 108 specie di uccelli sono repertoriati nel parco.

Il migliore della fauna di Andringitra

1. Il Lemur catta, lemure a pellicia bruna, la coda stricciata di nero e di bianco. Incontratela tutto l’anno, ma bisogna notare che i mesi di ottobre e novembre sono il momento giusto per osservarlo perché è il periodo della nascità dei cuccioli. Visibile attraverso i circuiti di Isahavato e Diavolana, a partire di 2000m di altitudine, questa specie puo dare dei gemelli. La dominanza gerarchica dal L. catta è molto notata. Come la piu parte delle altre specie di lemuri, le femmine sono dominanti.

2. Il Alectroenas madagascariensis, uccelli di piumaggio rosso ai contorni di occhi colorati di cui la gola e la faccia della pancia sono bianche, la sua coda è rossa violacea e il suo corpo blu grigio è visibile nel circuito Imaitso.

3. Il Buteo brachypterus è un uccello a becco piegato. Il suo petto è bianco e marrone chiaro macchiato di bianco. Si vede almeno a 2300 m in tutte le foreste originali, le zone forestale degradate e le zone rocciose in altitudine.

4. Il Furcifer campani, piccolo camaleonte nero marezzato di bianco, di giallo, di rosso con tre striscie giallo sul fianco. Questo rettile scava la terra per fare le uova durante la stagione delle pioggie, da gennaio fino a marzo.

5. Il Calumma nasuta è un minuscolo camaleonte giallo chiaro di cui il maschio porta una linea laterale bianco chiara e un corno. La femmina è di una grande taglia e porta delle scaglie visibile. Il suo corpo marrone è tinto di verde chiaro.

La flora

Qualche 1000 specie di piante sono conosciute all’interno del Parco Nazionale Andringitra. La vegetazione differe secondo la foresta, densa umida di bassa altitudine o di media altitudine. Ma la vegetazione delle montagne è la più interessante: gli alberi sono piccoli, più ramificati con una tendenza alla sclerophyllie.

Il migliore della flora di Andringitra

1. Il Aloes andringitriensis, aloes endemico di Andringitra è famoso per i suoi fiori spettacolari che fioriscono da giugno a settembre. La vostra macchina fotografica in bandoliera , prendete il circuito Diavolana per trovarlo.

2. L’immortale o Helychrisum mirabile è una pianta a foglie verde grigio di cui il fiore bianco si apre fra luglio e agosto. Questa pianta raro nella zona rocciosa si trova nel circuito Diavolana.

3. Il Rhipsalis baccifera è un specie di Cactace. Epifito, questa pianta cresce sugli tronchi dell’albero. E di colore verde, succulento, e vive nella foresta. Il Rhipsalis baccifera è famoso per le sue ramificazione pendente. Il circuito Imaitso è il posto giusto per vederlo.

4. La Ficus rubra. E una pianta epifito che si arrotola intorno a un tronco dal livello del suolo fino al cimo. L’albero è così strangolato fin che muore, dopo qualche anni. Una pianta selvatica che il circuito Imaitso vi farà scoprire.

5. Il Osbeckia andringitrensis è un arbusto endemico di Andringitra. E conosciuto per le sue fogliette verde di cui le ramificazione sono in forma di uovo. Scoprite questa pianta facendo i circuiti Diavolana e Isahavato.
 

Viaggio astuto...

La storia del Parco

La Riserva Naturale Integrale Andringitra è stata creata in 1927. In 1998, Andringitra diventa un Parco Nazionale che fu inaugurato in 1999. E uno dei sei parchi classificati, in 2007, come Patrimonio Naturale Mondiale delle Foreste dell’Atsinanana. Andringitra si trova nel paese Betsileo. Questa tribù vive della coltura di riso in terrazza e di allevamento. La parte Ovest del parco è abitata dalla tribù Barabory, all’Est si trovanno le Baraharonga, discendenti dei migranti venendo del Sud-Est.

Un corridoio forestale

Andringitra è collegato alla Riserva Speciale del Pic d’Ivohibe e al Parco Nazionale di Ranomafana da un corridoio forestale di 180 km. Questo corridoio è un autentico rifugio per la fauna e la flora. Situato su una pianura cristallina molto alta, Andringitra è costituito all’Ovest dal gneiss di Amborompotsy e all’Est dal granito magmatico. Una serie di giganteschi duomi rocciosi e di cattena di roccie ai spigoli stretti si formano sul cime, dando un paesaggio lunare.

Fresca e pluviale

Il cuore della zona turistica è il più glaciale: le temperature varianno di 7°C a 25°C. Il climat è capricioso in altitudine: aspetatevi a delle pioggerelline imprevedibili!

Il mese di febbraio è piovoso nell’Andringitra mentre i mese di luglio e agosto sono freschi. Il versante Est, che ha un clima tropicale umido, è la più alta pluviometria con 4000mm di pioggia all’anno. La temperatura media è di 21°C. L’Ovest subisce un effetto di fœhn, un vento caldo e secco. I fiumi di Zomandao, un affluente del Mangoky, di Menarahaka e di Iantara, degli affluente di Manampatra e Rienana solcanno il parco.


I microprogetti di Andringitra

Itinerario

Antananarivo – Andringitra è un percorso di circa 10 ore, la parte fra Ambalavao e Andringitra è una strada secondaria praticabile tutto l’anno. Intanto, comporta una barriera di pioggia chiusa durante 12 ore dopo un acquazzone. La strada comporta 4 barriere sottomese a dei diritti di pedaggio di cui sono destinate alla sua sistemazione:

Ingresso Est ( rispetto ai vecchi documenti esistente) “ Nord” (rispetto alla carta)
(Ambalavao – Namoly)
- Macchina fuoristrada: 3 900 Ariary
- Macchina leggera: 3 000 Ariary
- Moto / Bicicletta: 400 Ariary

Ingresso Ovest:

- Macchina fuoristrada: 3 900 Ariary
- Macchina leggera: 3 000 Ariary
- Moto / Bicicletta: 400 Ariary

In oltre, ogni visitatore paga 5 000 Ariary passando dalla barriera di Vohitsaoka.

La compagnia Air Madagascar collega l’aeroporto di Fianarantsoa, ma i voli sono irregolari. Il trasferimento da Fianarantsoa verso il parco si fa in macchina, sia 47 km di strada per raggiungere l’ingresso di Namoly o 60 km, per l’ingresso di Morarano. Il sito è accesibile in bicicletta o a moto.

Indicazione

Per strada :

- Prendete la Strada statale N°7, verso Toliary. Girate a Ambalavao poi viaggiate su 47 km
O
- Biforcate a Tanambao, che si trova a 35 km di Ambalavao verso Ihosy costeggiando la Strada statale N°7, e percorrete 25 km fino al parco.

Per Taxi – brousse :

- Antananarivo – Ambalavao
Stazione: “Fasan’ny karana”, Route digue: Taxi-brousse disponibile ogni giorno.
 
- Ambalavao – Namoly:
Stazione: Ambanintsena Ambalavao: martedì e giovedì o

- Ambalavao – Vohitsaoka:
Stazione: Ambanintsena Ambalavao: ogni giorni
 





Due uffici di accoglienza sono all’ingresso del parco, al centro di interpretazione di Namoly e Morarano dove degli agenti sono al vostro servizio per facilitare il vostro soggiorno e rispondere alle vostre richieste. 35 guide parlante inglese e francese, originari dei villaggi riveraschi del parco sono al vostro servizio. Tutto pagamento si fa allo sportello unico del Madagascar National Parks.

Contatti :

Direction Inter-Régionale de Madagascar National Parks à  Fianarantsoa
BP 1363 Antsorokavo, près du temple Jesosy Mamonjy
Fianarantsoa
Madagascar

Tél : + (261 20)  75 512 74
GSM : + (261 32) 02 450 25
                + (261 32)40 481 75

Email : angapfnr@mel.moov.mg
            angapfnr@yahoo.fr
            fnr.parks@gmail.com
 

Trekking, birdwatching e campeggio sono comuni nel Parco Nazionale Andringitra. Del resto, la leggenda racconta che ogni anno tutti gli uccelli di Madagascar si danno appuntamento a Amboromena, un luogo mitico che si trova nel parco!

Andringitra non manca di attrazione. Ecco la nostra selezione:
Un concentrato di biodiversità, un paesaggio scenico, delle storie e delle tradizione, si trovano tutti a Andringitra. Un centro di interpretazione, si trova vicino all’ingresso del parco, a Sahalava offre una idea del vostro esplorazione nel parco.

Tanti luoghi sono sacri a Andringitra e i suoi dintorni, in raggione del legame profondo che l’usanza ha sigillato con gli antenati. La regione ha anche dei tabù: il maiale e i produtti derivati sono vietati in tutto il parco, pullire delle pentole nere in un fiume è tabù, pullire dei vestiti di lutto è anche vietato in tutti i fiumi dell’Andringitra.

Fare del parapendio è anche possibile nel massicio di Tsaranoro nel Comune Rurale di Vohitsaoka, e ugualmente a Sakaviro nel Comune Rurale di Iarintsena, fuori del parco.
Le sistemazione permettonno di fare una piccola dimostrazione acrobatico con sicurezza.
Il comune di Iarintsena, non lontano di Ambalavao, è un posto da visitare assolutamente se siete amante di mistico.

Potrete scoprire makis i coccodrilli ad Anja, una piccola riserva gestita da una associazione paesana, a 12 km di Ambalavao, lungo la Strada Statale N°7, a Sakaviro, a 10 km e ad Agnora, a 15km. Troverete anche in questi siti orchidee rari, fico, liana, Kalanchoe,  Pachypodium anche importanti colonie di lemuri e di camaleonti. Andranobe, nel comune di Ambohimandroso e Manambolo, a 60 km di Ambalavao, ospitano anche delle foreste naturali e primarie dove i birdwatchers avranno il piacere di vedere gli uccelli.


No image available.